About Us

Definizione agevolata degli avvisi di accertamento, PVC, ruoli con la Riscossione ed il Condono

a seguito della recente pubblicazione in data 23.10.2018 sulla Gazzetta Ufficiale del c.d. “Collegato alla Finanziaria 2019”, entrato in vigore il 24.10.2018, sono state apportate una serie di disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria delle quali risulta opportuno essere al corrente.

Tra le novità fiscali proposte in particolare si segnalano:

La definizione agevolata dei PVC/ Avvisi di accertamento

La definizione dei carichi affidati all’ Agente della Riscossione (Rottamazione-ter)

Definizione agevolata delle liti pendenti

Introduzione di nuove regole in materia di emissione e registrazione delle fatture elettroniche

Nuove disposizioni in merito alla detrazione dell’IVA

Art. 1 LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI PROCESSI VERBALI DI CONSTATAZIONE

È prevista la definizione agevolata dei PVC (processi verbali di constatazione emessi dalla Guardia di Finanza) consegnati entro il 24.10.2018, essa richiede la presentazione di un’apposita dichiarazione al fine di regolarizzare le violazioni constatate in materia di IRES / IRPEF e addizionali, contributi previdenziali e ritenute, imposte sostitutive, IRAP, IVIE, IVAFE e IVA.

La dichiarazione deve essere presentata entro il 31.5.2019, la sanatoria prevede Il versamento delle sole imposte autoliquidate nella dichiarazione.

La definizione è perfezionata con la presentazione della dichiarazione e il versamento in unica soluzione o della prima rata entro il 31.5.2019.

Le somme dovute possono essere versate in un massimo di 20 rate trimestrali di pari importo. E’ esclusa la compensazione delle somme dovute con i crediti disponibili.

PRESENTAZIONE DOMANDA

Entro il 31.5.2019

VERSAMENTO (unica soluzione / prima rata)

Entro il 31.5.2019

COMPENSAZIONI

E’ esclusa la compensazione delle somme dovute con i crediti disponibili.

Art. 1 LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI PROCESSI VERBALI DI CONSTATAZIONE

È prevista La definizione agevolata degli avvisi di accertamento, rettifica e liquidazione e degli atti di recupero notificati entro il 24.10.2018 non impugnati e ancora impugnabili a tale data.

La definizione richiede il pagamento delle somme dovute per le sole imposte, senza sanzioni / interessi / eventuali accessori, entro il 23 novembre oppure entro il termine per la proposizione del ricorso, che residua dopo il 24.10.2018.

La definizione agevolata delle somme contenute negli inviti al contraddittorio richiede il pagamento delle somme dovute per le sole imposte, entro il 23.11.2018.

Mentre il perfezionamento della definizione degli avvisi di accertamento con adesione richiede il pagamento delle sole imposte, senza sanzioni né interessi, entro 20 giorni dalla redazione dell’atto di accertamento.

Le somme dovute possono essere versate in un massimo di 20 rate trimestrali di pari importo.

PRESENTAZIONE DOMANDA

Entro il 24.10.2018

VERSAMENTO

Entro il 23.11.2018

VERSAMENTI E RATEAZIONI

Un massimo di 20 rate trimestrali di pari importo.

Art. 9 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI INTEGRATIVA SPECIALE (CONDONO)

E’ prevista la correzione di errori / omissioni e l’integrazione, fino al 31.5.2019, delle dichiarazioni fiscali presentate entro il 31.10.2017 ai fini IRES / IRPEF e addizionali, imposte sostitutive, ritenute e contributi previdenziali, IRAP e IVA.

Va evidenziato che:

 l’integrazione è consentita nel limite di € 100.000 di imponibile annuo ai fini delle predette imposte e comunque non oltre il 30% di quanto già dichiarato. Resta fermo il limite complessivo di € 100.000 di imponibile annuo per

Sul maggior imponibile integrato, per ciascun anno d’imposta, è applicabile senza sanzioni, interessi e altri oneri:

 un’imposta sostitutiva pari al 20% del maggior imponibile IRPEF / IRES ai fini delle imposte sui redditi / relative addizionali / imposte sostitutive delle imposte sui redditi / contributi previdenziali / IRAP;

 un’imposta sostitutiva pari al 20% delle maggiori ritenute;

 l’aliquota media per l’IVA, risultante dal rapporto tra l’imposta relativa alle operazioni imponibili, diminuita di quella relativa alle cessioni di beni ammortizzabili, e il volume d’affari dichiarato, tenendo conto dell’esistenza di operazioni non soggette ad imposta / soggette a regimi speciali.

Qualora non sia possibile determinare l’aliquota media è applicabile l’aliquota IVA ordinaria del 22%.

Ai fini in esame il contribuente deve:

 inviare una dichiarazione integrativa speciale all’Agenzia delle Entrate per uno / più periodi d’imposta

versare spontaneamente in unica soluzione quanto dovuto entro il 31.7.2019, senza possibilità di compensazione. Il versamento può essere effettuato in 10 rate semestrali di pari importo; il pagamento della prima rata va effettuato entro il 30.9.2019.

PRESENTAZIONE DOMANDA

Entro il 31.5.2019

VERSAMENTO

—-

VERSAMENTI E RATEAZIONI

—–

Art. 3 DEFINIZIONE AGEVOLATA RUOLI (“ROTTAMAZIONE-TER”)

Sono riaperti i termini per la definizione agevolata dei carichi affidati all’Agente della riscossione dal 2000 al 2017.

Vi è dunque la possibilità di estinguere il debito, senza sanzioni e interessi, effettuando il pagamento integrale o rateale, con riguardo alle somme:

 affidate all’Agente della riscossione a titolo di capitale e interessi;

 maturate a favore dell’Agente della riscossione a titolo di aggio e di rimborso delle spese per procedure   esecutive / notifica della cartella di pagamento.

Ai fini della determinazione di quanto dovuto, sono considerati esclusivamente gli importi già versati a titolo di capitale ed interessi compresi nei carichi affidati, nonché di aggio e di rimborso delle spese.

Il soggetto interessato deve manifestare la volontà di avvalersi della definizione agevolata mediante un’apposita dichiarazione da effettuare:

 entro il 30.4.2019, entro lo stesso termine è possibile comunque integrare la comunicazione presentata anteriormente a tale data.

Nella dichiarazione va indicato, tra l’altro, il numero di rate scelto e la pendenza di giudizi aventi ad oggetto i carichi cui si riferisce la dichiarazione, con l’impegno a rinunciare a tali giudizi.

Entro il 30.6.2019, l’Agente comunica al debitore quanto dovuto ai fini della definizione, l’importo delle singole rate nonché giorno e mese di scadenza delle stesse.

Il pagamento di quanto dovuto può essere effettuato:

 In unica soluzione;

 In un massimo di 10 rate consecutive di pari importo, In tal caso:

Il pagamento delle rate, sulle quali sono dovuti, a decorrere dall’1.8.2019, gli interessi nella misura del 2% annuo, va effettuato entro il 31.7 e il 30.11 di ogni anno, a decorrere dal 2019.

I ruoli di piccola entità sono oggetto di stralcio invece per l’intero, compreso la quota capitale.

PRESENTAZIONE DOMANDA

Entro il 31.5.2019

VERSAMENTO

—-

VERSAMENTI E RATEAZIONI

—–